Igiene orale bambini: attenzione alla fluorosi

da , il

    Igiene orale bambini: attenzione alla fluorosi

    Sull’igiene orale dei bambini i dentisti sono da sempre divisi in due scuole di pensiero: quella tradizionale comunque condanna l’uso eccessivo di fluoro. Ma i dentisti americani introducono una nuova prospettiva di pensiero secondo la quale sebbene l’uso eccessivo di fluoro provochi fluorosi, si tratta di un livello talmente mite che non solo non sarebbe preoccupante ma che addirittura potrebbe avere effetti positivi. La ricerca arriva in risposta a recenti polemiche circa alcuni prodotti per l’igiene orale non indicati ai bambini, come alcune marche di colluttorio e dentifricio.

    Lo studio punta a dimostrare come la fluorosi mite non sia affatto preoccupante e anzi aiuti a prevenire la carie. Ma come riconoscere quando il livello del problema è ad uno stadio lieve e quando invece degenera? Secondo quanto precisano i dentisti dell’ l’American Dental Association impegnati nella ricerca, una fluorosi mite presenta segni riconoscibili come striature bianche leggere o linee appena percettibili ad occhio nudo sullo smalto della dentatura del bambino. La ricerca quindi non nega che l’assunzione di bevande, quali acque pesanti o latte, nei bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 36 possa comportare problemi di fluorosi solo che invita a non allarmarsi fintanto che il problema resta a livelli contenuti. Ma forse questo non basta a chiarire i dubbi delle mamme sulla scelta dei prodotti più indicati all’infanzia: forse il criterio migliore aldilà dei risultati scientifici resta il buon senso. Non evitate del tutto dentifrici a base di fluoro ma fate attenzione che vostro figlio non ingerisca il dentifricio.