Igiene personale del neonato prematuro

da , il

    Igiene personale del neonato prematuro

    L’igiene personale è fondamentale per la sicurezza di ogni neonato ma se il bambino nasce prematuro le attenzioni sono doppie trattandosi di una creatura ancora più delicata. A causa del peso ridotto e allo sviluppo non propriamente completo un neonato prematuro ha infatti inevitabilmente maggiori difficoltà ad adattarsi all’ambiente circostante alla nascita ed è esposto ad un rischio maggiore di infezione.

    Un neonato si considera prematuro quando vede la luce entro la 37sima settimana di gestazione. Oltre alle normali regole di igiene vanno tenute presenti altre precauzioni. Prima di tutto bisogna cambiare il pannolino spesso, in media sette volte al giorno, anche se non è sporco. I vestiti, oltre ad essere ovviamente puliti, devono essere pratici da mettere e togliere e comodi per il bebè che li indossa. Considerando la delicatezza della pelle non tutti i tessuti sono indicati: in caso di dubbio è sempre meglio chiedere al pediatra quali sono i più indicati a seconda delle circostanze. E’ buona regola lavare sempre bene le mani prima di prendere in braccio il bambino. Alla stessa maniera la cameretta del neonato deve essere sempre pulita e priva di polvere. Per evitare il contatto di germi è preferibile ridurre il contatto tra il neonato e gli animali domestici. Quando arriva un nuovo bebè in famiglia è naturale che amici e parenti accorrano a vederlo e congratularsi: nulla di male in questo ma è preferibile evitare di accumulare troppo visite in uno stesso giorno. Non fatevi problemi a chiedere di rimandare la visita se le persone sono raffreddate o hanno febbre. Se il neonato prematuro è in casa significa che non ha bisogno di incubatrice ma questo non significa che non sia una creatura delicata: la sua salute dipende in buona parte da noi.