La fertilità dipende da quello che mangiamo da bambini?

da , il

    La fertilità dipende da quello che mangiamo da bambini?

    Le abitudini alimentari che seguiamo durante l’infanzia, sia nel caso di dieta sana sia in quello di regime non equilibrato, influenzano la fertilità di uomini e donne. Ad evidenziare questo collegamento di causa effetto è un gruppo di ricercatori dell’Università di Sheffield ( Dipartimento di Scienze animali e botaniche) in Gran Bretagna, diretto dal dottor Ian Rickard.

    Gli esperimenti sono partiti dall’osservazione dei mutamenti della popolazione finlandese nel diciottesimo secolo: incrociando i dati demografici, ottenuti dagli archivi delle parrocchie, con quelli relativi al rendimento del raccolto nei campi di orzo dello stesso periodo. Il 50% dei soggetti nati in una fase di raccolta magra non aveva avuto figli. La ricerca ha esaminato famiglie delle classi sociali meno agiate con un tenore di vita molto basso. Lo studio comparativo di diversi anni ha evidenziato come chi nasce in periodi di abbondanza di cibo è propenso ad avere almeno un figlio. Secondo i ricercatori questo serve a dimostrare che il cibo consumato dai bambini delle famiglie povere riesce ad influenzare la loro capacità riproduttiva da grandi. Va detto però che lo studio è basato su dati del diciottesimo secolo e quindi non tiene conto di altre variabili moderne: oggi molte giovani coppie hanno avuto cibo a sufficienza ma per altre ragioni, legate alla crisi economica e all’instabilità sul posto di lavoro, non fanno figli. Ci sono inoltre molte donne che non vogliono avere figli e sono proiettate sulla carriera.