Malformazioni uterine e gravidanza, quali la ostacolano veramente

da , il

    Malformazioni uterine e gravidanza, quali la ostacolano veramente

    Molte donne colpite da malformazioni uterine si chiedono che rapporto ci sia tra queste e la gravidanza. Le malformazioni all’utero nelle donne sono più diffuse di quello che si pensa; ad esserne variamente colpite sono circa il 10%. Molte delle malformazioni uterine, però, per fortuna, non interferiscono con il concepimento e con la gravidanza. Molto spesso, poi, queste stesse malformazioni non danno sintomi da cui riconoscerle anche perché talvolta neppure la semplice visita ginecologica può rilevarle.

    Le più comuni malformazioni uterine sono: l’utero setto, l’utero didelfo, l’utero a sella o a cuore, l’utero bicorne e l’utero unicorne. Partiamo dall’utero unicorne; questa malformazione all’utero è molto rara e comporta lo sviluppo di una sola tuba e di una sola ovaia. In questo caso ci può essere qualche maggiore difficoltà nel concepimento e maggiori problemi nel portare a termine la gravidanza. Per quanto riguarda l’utero bicorne, invece, si tratta di una malformazione che non causa infertilità, ma rende più probabile l’aborto spontaneo e la possibilità di un parto prematuro. Per quanto riguarda l’utero didelfo, invece, che è una malformazione rara, non si hanno particolari difficoltà nel concepimento, ma di sicuro portare a termine la gravidanza è più difficoltoso. Ancora, tra le malformazioni uterine, l’utero setto.

    In questo caso, la malformazione, tra le più diffuse tra l’altro, non provoca sovente problemi di fertilità, ma può alzare le probabilità di incorrere in aborti spontanei. Infine, tra le malformazioni uterine, l’utero a sella o a cuore. Si tratta di una malformazione molto lieve che in genere non comporta difficoltà nel concepimento e nella gravidanza.