Non potendo avere figli ne comprano uno!

da , il

    Non potendo avere figli ne comprano uno!

    Ancora una volta occorre mettere l’accento su una brutta vicenda legata all’infanzia. E’ successo a Cervaro, vicino Frosinone. Il tutto ha avuto origine due anni fa. Una coppia italiana che non poteva avere figli, aiutata da un avvocato compiacente, aveva comprato nel 2009 in Ucraina un bambino di cinque mesi. A venderlo, per la cifra di 25.000 euro, la mamma ucraina aiutata da alcuni complici di nazionalità russa. Dall’indagine dei carabinieri del colonnello Antonio Menga risulterebbe che l’accordo per comprare il figlio era già stato chiuso prima della nascita del bambino con tanto di prezzo e modalità di pagamento: 25 mila euro da pagare in tre rate, la prima di 15 mila, alla consegna del piccolo e le altre due da 5 mila euro non appena i documenti anagrafici fossero stati regolarizzati dall’avvocato.

    Il bambino, di due anni, veniva tenuto nascosto in casa per evitare che la coppia venisse scoperta. Sarebbe stata la denuncia di un medico, un pediatra, a far scattare le indagini: durante una visita il dottore si sarebbe reso conto che il bambino non poteva essere figlio della coppia a causa dell’età della mamma ma anche per i diversi tratti somatici tra bimbo e genitori.

    Le indagini, partite nell’aprile del 2009, si sono concluse solo adesso con l’arresto di ben sei persone. Oltre alla madre naturale, sono finiti in manette due coppie e l’avvocato accusati a vario titolo di soppressione di stato civile di minore e favoreggiamento personale. I fatti hanno investito anche il piccolo che oggi ha due anni. Il Gip del Tribunale di Cassino lo ha affidato a una casa-famiglia nei pressi della capitale.