Parotite: come riconoscerla?

da , il

    Parotite: come riconoscerla?

    La parotite, più nota con il termine orecchioni, è un disturbo molto comune nei bambini. Si tratta di una malattia infettiva causata da un virus che provoca il rigonfiamento delle ghiandole salivari e, in particolare, delle ghiandole parotidi dietro le orecchie. Il contagio avviene per via aerea e il periodo di incubazione è di circa 12, 21 giorni. Ma come fare a capire se il bambino è affetto da questa malattia piuttosto che da una comune febbre o influenza? Inizialmente, infatti, la parotide potrebbe essere scambiata per una comune influenza. I sintomi iniziali infatti sono la febbre lieve, il mal di testa, il mal di pancia, la nausea e un senso di malessere generale.

    Il segnale più evidente che il bambino non è affetto da influenza comune ma da parotite, si manifesta dopo 2-4 giorni, quando si inizia a notare un gonfiore proprio a livello delle ghiandole parotidi. Infatti, dopo 2-4 giorni una delle due ghiandole inizia a gonfiarsi e il gonfiore, che all’inizio si avverte nella zona vicino all’orecchio, comincia gradualmente ad estendersi alla parte posteriore della mascella e del collo.

    A questo punto i padiglioni auricolari appaiono visibilmente ingrossati, il bambino avverte dolore intenso nella zona interessata dal gonfiore e la temperatura si alza fino ai 38-38,5 °C. La febbre è quindi una manifestazione importante della parotite oltre all’ingrossamento dei padiglioni auricolari (che vengono spinti all’infuori per effetto del rigonfiamento delle ghiandole parotidi) . L’intensità dei dolori e la febbre regredisco gradualmente sino alla scomparsa nel giro di una settimana.