Parto gemellare: le statistiche

da , il

    Parto gemellare: le statistiche

    Una volta i parti gemellari erano una rarità mentre negli ultimi anni il numero delle nascite multiple è andato aumentando soprattutto a seguito dello sviluppo di nuove tecniche di fecondazione assistita. Basti pensare che nei paesi occidentali i parti gemellari sono aumentati del 47% e quelli plurigemellari addirittura del 370%. In Italia ogni anno, tra monozigoti e dizigoti, nascono circa 5600 coppie di gemelli e 280 trigemine. Il mondo dei gemelli però continua ad affascinare e sono molti gli studi che tentano di approfondire la vita di queste persone così legate a livello di empatia.

    E’ improprio in caso di gemelli parlare di telepatia: si tratta più di una forte condivisione di pensieri e di emozioni. Nei piccoli gemelli si osserva un ad esempio un linguaggio in codice fatto di ammiccamenti e segnali che rinforzano ancor di più il loro legame. In Italia storicamente i gemelli più famosi sono ancora i sei gemelli Giannini nati nel gennaio del 1980. Il record ufficiale appartiene ad una donna australiana che nel 1971 ha dato alla luce nove bimbi nati vivi. In realtà sembra che negli anni venti ci siano stati casi di parti di dieci gemelli in Spagna e in Cina ma in entrambi i casi non sono rimaste documentazioni mediche. Esiste anche una realtà molto più problematica, ma fortunatamente ancora relativamente rara, che è quella dei gemelli siamesi: come è noto questa situazione si crea quando i corpi non si separano del tutto. I primi nella storia furono Eng e Chang Bunker, i famosi gemelli congiunti per il torace provenienti dal Siam (l’attuale Thailandia) che lavoravano negli USA come attrazione nei circhi Barnum e Baily.