Psoriasi in gravidanza: quale terapia?

da , il

    Psoriasi in gravidanza: quale terapia?

    Quale terapia per la psoriasi in gravidanza? La psoriasi è una malattia cronica della pelle che colpisce circa il due per cento della popolazione. Il picco di incidenza della malattia è sotto i 40 anni, quindi in concomitanza del pieno dell’età fertile. Molte donne seguono delle terapia per la psoriasi, che è soprattutto una malattia con forti implicazioni psicologiche. Come si sa, però, in gravidanza l’uso dei farmaci è sconsigliato, o meglio, andrebbe fortemente limitato.

    Le donne che soffrono di psoriasi non devono preoccuparsi per la terapia in gravidanza, dal momento che durante l’attesa e nei tre mesi successivi al parto generalmente le lesioni tendono a scomparire o ad attenuarsi naturalmente.

    In un certo senso la gravidanza è quindi già una terapia per la psoriasi. Un effetto positivo della gestazione, che però ha una durata limitata. Dopo il parto, invece, chiedete sempre al vostro medico come e se utilizzare i farmaci durante l’allattamento al seno.