Rientro a casa solo da scuola: a che età un bambino è pronto?

da , il

    Rientro a casa solo da scuola: a che età un bambino è pronto?

    Le mamme che lavorano prima o poi si trovano di fronte alla decisione di far tornare o meno i figli da scuola da soli. Da un lato questa è un’esigenza necessaria ad una certa età, dall’altro i fatti di cronaca ci spingono ad essere previdenti e a valutare la decisione con cautela. A che età il bambino è abbastanza grande per tornare a casa da solo? Ovviamente non esiste una risposta univoca: tutto dipende da diversi fattori tra cui non solo l’età ma anche il livello di maturità, il livello di sicurezza dell’ambiente etc.

    Le mamme italiane solitamente sono abbastanza restie e prima o poi è il bambino che rivendica la sua autonomia. Solitamente questo accade intorno ai dieci anni. Alcuni bambini fanno questa richiesta dalla quinta elementare, la maggior parte dalla prima media. Già perché per noi può sembrare un passaggio di poco conto ma in realtà tra la scuola elementare e quella media inferiore cambia tutto: non solo la scuola intesa come edificio ma anche i professori, le materie, la mole di compiti e la responsabilità richiesta e anche il rapporto con i compagni di classe. Si entra nella fatidica adolescenza, si comincia ad essere attratti dall’altro sesso e spesso ci si vergogna di farsi vedere con i genitori all’uscita da scuola. Dare le chiavi di casa al bambino lo aiuta a sentirsi grande e contribuisce ad aumentare il suo livello di responsabilità. Ottenere le chiavi di casa per lui è una conquista: questa deve unirsi ad altri passi della crescita. Piccoli incarichi domestici, come comprare il pane o sparecchiare la tavola sono utili per renderlo più partecipe del nucleo familiare.