Secondo figlio: più tempo dopo un cesareo

da , il

    Secondo figlio: più tempo dopo un cesareo

    Molte coppie decidono di non programmare la nascita dei propri figli e vivono questi eventi in modo inaspettato e naturale. Molte altre coppie, invece, condizionate soprattutto da fattori economici, decidono di pianificare questo evento soprattutto se ad essere accolto in famiglia sarà un secondo bebè, che significherà molto in termini di fatica, rinuncia al lavoro e impegno economico. Se si decide di pianificare la gravidanza, allora, si è anche portati a chiedersi quale sia il tempo necessario e giusto per l’arrivo di un altro bambino. La domanda riguarda i rapporti che intercorrano tra il secondogenito e il primo bambino (soprattutto in termini di gelosia reciproci), ma anche la capacità della mamma in termini strettamente ‘fisici’.

    Il corpo della mamma, infatti, è stato investito da profondi cambiamenti e di sicuro un tempo di ripresa prima di pianificare un’altra gravidanza è necessario. Va distinto il caso del parto naturale da quello avvenuto con il cesareo. In particolare, se la mamma ha affrontato la prima gravidanza con il parto naturale, prima di riprogrammare un’altra maternità, sarebbe opportuno lasciar passare un periodo di almeno sei mesi dal parto. Nel caso in cui il primo parto sia avvenuto con un cesareo, invece, i tempi di ripresa dell’organismo della donna sono maggiori.

    In questo caso, infatti, la mamma ha affrontato un intervento chirurgico durante il quale le pareti dell’utero sono state incise ed è quindi necessario aspettare un tempo sufficiente che permetta di rimarginare le ferite dell’intervento. Generalmente, quindi, sarebbe opportuno aspettare almeno un anno dal parto cesareo prima di programmare e affrontare una nuova gravidanza.