Sì all’acido folico in gravidanza, perché fa bene anche all’umore del bambino

da , il

    Sì all’acido folico in gravidanza, perché fa bene anche all’umore del bambino

    Molte mamme si chiedono perché assumere acido folico in gravidanza. Diversi sono gli studi a sostegno di questa scelta. Sono di qualche anno fa le ricerche che consigliavano l’acido folico in gravidanza per la prevenzione delle malformazioni del feto. Ed in effetti il consiglio degli specialisti era quello di assumerlo sia durante la gravidanza (nei primi tre mesi) che nei sei mesi precedenti il concepimento. Oggi, nuovi studi danno una nuova valenza all’acido folico in gravidanza. In particolare, sembra che esso abbia degli effetti positivi anche nella prevenzione di alcuni disturbi comportamentali del bambino.

    Lo studio in questione è stato presentato durante l’evento che si è tenuto in Spagna all’European Nutrition Conference di Madrid ed è stato condotto dai ricercatori dell’Erasmus Medical Center di Rotterdam (nei Paesi Bassi), guidati dal dottor Henning Tiemeier.

    Si è osservato che la non assunzione di acido folico in gravidanza provocherebbe, a partire dai primi 18 mesi di vita del bambino, un aumento del rischio di disturbi emotivi e comportamentali, in particolare il bambino sarebbe più introverso e non predisposto alla socializzazione. Un motivo in più per fare questa scelta in gravidanza!