Sonnambulismo nei bambini: i rimedi da adottare

da , il

    Sonnambulismo nei bambini: i rimedi da adottare

    I bambini possono soffrire di sonnambulismo. I rimedi da adottare in questi casi sono semplici ma doverosi. Va preliminarmente detto che il sonnambulismo nei bambini non deve destare particolare preoccupazione nei genitori, dal momento che si tratta di un disturbo comune che non dipende da alcuna patologia a livello neurologico. In particolare, la causa del sonnambulismo non è ancora chiara, ma sembra da rintracciarsi in una difficoltà nel coordinare i centri nervosi che regolano il passaggio dal sonno alla veglia.

    Venendo ai rimedi da adottare in caso di sonnambulismo nei bambini, è importante anzitutto avvisare il pediatra e tenerlo aggiornato sull’intensità, la frequenza e la persistenza degli episodi di sonnambulismo. Quest’ultimo valuta la situazione e decide se prescrivere una visita specialistica. Generalmente, però, il disturbo si risolve spontaneamente e anche il pediatra accantona questa eventualità. Dato che si tratta di un disturbo che tende a scomparire con la crescita del bambino, in questi casi, non vengono neppure prescritti dei farmaci e in linea di massima vanno evitati. Più che altro è importante, in caso di sonnambulismo nei bambini, adottare dei rimedi per evitare che il bambino si faccia male e subisca dei traumi.

    Anzitutto, il bambino non va svegliato durante l’episodio di sonnambulismo ed anzi i genitori dovrebbero cercare di accompagnare dolcemente il bambino a letto, senza svegliarlo. Infine è utile adottare dei rimedi in casa per evitare che il bambino si faccia male, ad esempio dei blocchi ai cancelletti di imbocco alle scale, ma anche a porte e finestre.