Stitichezza in gravidanza, curala a tavola

da , il

    Stitichezza in gravidanza, curala a tavola

    La gravidanza comporta una serie di cambiamenti per tutto l’organismo femminile. Un effetto indesiderato che le future mamma potrebbero riscontrare in questo periodo, rispetto al normale metabolismo, è anche una maggiore stitichezza e, strettamente correlato, un maggiore senso di pesantezza a livello dello stomaco. In gravidanza è facile soffrire di questo disturbo a causa di diversi fattori. Primi fra tutti ne sono responsabili gli ormoni (in particolare il progesterone che ha un effetto rilassante su tutta la muscolatura, compresa anche quella dell’intestino) ma, ugualmente responsabili sono anche l’ingrossamento dell’utero e il poco movimento fatto durante la gravidanza.

    La motilità intestinale può però essere aumentata seguendo alcuni semplicissimi accorgimenti. Ancora un volta le soluzioni per prevenire e curare la stitichezza sono da ricercare a tavola! Innanzitutto si raccomanda di consumare molta frutta e verdura: se ne consigliano almeno cinque porzioni al giorno tra l’una e l’altra; in questo modo riuscirete a garantire il giusto apporto quotidiano di fibre che velocizzano il transito intestinale. Assolutamente necessario è anche bere molto, almeno 1,5–2 litri di acqua al giorno. Indispensabile nella vostra alimentazione è anche le yogurt i cui batteri attivi riequilibrano la normale flora batterica intestinale.

    Da evitare assolutamente, invece, per prevenire la stitichezza, i cibi piccanti e ricchi di spezie in quanto irritano le mucose dell’intestino (i tessuti di rivestimento interno). Vietate anche le fritture che, oltre ad essere di difficile digestione, possono causare gonfiore, fermentazione intestinali e appunto stitichezza.