Svezzamento neonati: quando introdurre le verdure

Svezzamento neonati: quando introdurre le verdure
    Svezzamento neonati: quando introdurre le verdure

    Le verdure nello svezzamento dei neonati possono essere introdotte sin dall’inizio, cioè dal quarto o sesto mese di vita del bambino. All’inizio dello svezzamento dei neonati, le verdure vanno utilizzate pere preparare il brodo vegetale e il passato per la pappa. Ad esempio, dopo aver cotto il brodo vegetale, ne versiamo una tazza in 2-4 cucchiai di crema di riso e 2-3 cucchiai della stessa verdura passata (uniamo infine un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva e un cucchiaio di formaggio grattugiato tipo grana). Ma quali verdure e quando introdurle nello svezzamento dei neonati?

    Nei primi mesi dello svezzamento le verdure da utilizzare sono le carote, le patate, le zucchine e la lattuga che sono meno allergizzanti. A patire dai 7 mesi, invece, possiamo introdurre per lo svezzamento: la zucca, gli spinaci, i finocchi, i fagiolini e il sedano. Dagli 8 mesi di vita del bambino possiamo utilizzare per lo svezzamento: gli asparagi, i porri e i carciofi, che hanno un sapore più forte.

    Dai 10 mesi e non prima (perché può scatenare reazioni allergiche) possiamo apportare allo svezzamento anche il pomodoro. Infine, dopo i 12 mesi, a svezzamento quasi ultimato posiamo introdurre le altre verdure: cipolle, verze e cavoli.

    260

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Crescita neonatoMammaNeonatoSvezzamento
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI