Vacanze col pancione, le mete e i mezzi di trasporto consigliati

da , il

    Vacanze col pancione, le mete e i mezzi di trasporto consigliati

    Le vacanze col pancione saranno una realtà anche quest’anno per tantissime donne. Ma, dove trascorrerle? Meglio il mare o la montagna? E’ consigliato viaggiare in aereo o è meglio spostarsi in treno? Va detto, anzitutto, che andare in vacanza col pancione, non è sconsigliato, ma è opportuno comunque osservare qualche piccola regola di condotta. I mesi più indicati per andare in vacanza con il pancione sono tra il quinto e il settimo, il periodo della gravidanza più tranquillo.

    Nel primo trimestre infatti si deve fare i conti con la nausea ed il vomito, mentre nell’ultimo è bene scegliere una località che abbia un ospedale vicino, per affrontare ogni evenienza. Meglio il mare o la montagna? Andare in vacanza col pancione in montagna non ha grandi controindicazioni, purchè non si superino i 2.000 metri di altitudine; in questo caso infatti diminuisce troppo la quantità di ossigeno nell’aria e quindi ne arriva di meno anche al feto. Al di là di questa avvertenza non ci sono altre controindicazioni nell’andare in vacanza in montagna col pancione. Anche andare in vacanza al mare col pancione non ha controindicazioni, anzi, l’aria ricca di iodio e la possibilità di fare passeggiate lungo il bagnasciuga, sono di sicuro fattori che incidono positivamente sulla gravidanza. In questo caso è però sconsigliato esporsi al sole troppo e nelle ore più calde perché in gravidanza è maggiore il rischio di sviluppare macchie cutanee, specie sul viso. Oltre ad evitare le ore più calde, il consiglio è quindi quello di utilizzare una crema protettiva con un fattore alto. Per quanto riguarda i mezzi di trasporto, nel caso si vada in vacanza col pancione, meglio di sicuro il treno che dà più possibilità di alzarsi e riattivare la circolazione, sconsigliato per questo motivo, invece, l’aereo, per tratte superiori alle due ore di volo.