Accessori per la sposa: cosa è IN e cosa è OUT

da , il

    Accessori per la sposa: cosa è IN e cosa è OUT

    Nel giorno del matrimonio la sposa è al centro dell’attenzione, è risaputo. E allora, per non sbagliare vi diamo alcuni consigli su cosa è in e cosa è out in quel giorno…

    I guanti… IN! E’ un accessorio che non può mancare se volete dare al vostro matrimonio un tono più formale. Secondo il Galateo, vanno sfilati dopo l’ingresso in chiesa e appoggiati sull’inginocchiatoio vicino al bouquet ma fate attenzione a non coprirlo perché potrebbero essere di intralcio per il fotografo. Da evitare i guanti se avete scelto un abito più semplice o, al contrario, troppo ricamato già di per sé. Per quanto riguarda l’abito moderno, più essenziale, sicuramente il guanto non può che renderlo più chic.

    Il cappello… OUT! Soprattutto durante le cerimonie religiose. Può essere utilizzato dalla sposa se la cerimonia si svolge in comune in alternativa al velo. Bisogna sempre fare attenzione che il cappello non sia troppo ingombrante tanto da coprire il volto della sposa che, essendo al centro dell’attenzione, deve rimanere sempre ben visibile.

    La borsa… OUT! E’ vero che nel giorno del nostro matrimonio sono molte le cose che dobbiamo avere a portata di mano, ma proprio per questo ci sarà sicuramente una sorella, un’amica, la nostra testimone, che sarà disposta a tenere le cose indispensabili quel giorno per noi.

    Le calze… IN! Sicuramente sono out le calze bianche o troppo coprenti che danno alla gamba l’effetto dell’ingessatura. Le calze devono essere velate, finissime, quasi impercettibili. Il collant è sempre più comodo ma l’eleganza e la sensualità del reggicalze è fuori discussione. Fate però sempre attenzione a ciò che l’abito ci consente: sicuramente eviterete calze autoreggenti o che segnano troppo perché potrebbero essere visibili anche sotto il vestito.

    La giarrettiera… Assolutamente IN! Non si può rinunciare a un accessorio così importante: primo perché è di ben augurante per il vostro matrimonio, soprattutto se ha un tocco di blu; secondo perché non possiamo togliere il piacere al nostro novello sposo di lanciarla a qualche suo amico.