Alberto di Monaco ha scelto lo champagne per il suo matrimonio

da , il

    Alberto di Monaco ha scelto lo champagne per il suo matrimonio

    Il Principe Alberto di Monaco ha scelto Perrier-Jouët come champagne ufficiale per il suo matrimonio con Charlene Wittstock, che si celebrerà il prossimo 2 di luglio. Si è trattato di un omaggio che la casa reale monegasca ha voluto fare alla storica relazione tra il Principato e la Maison la cui Cuvée Belle Epoque ha accompagnato per 10 anni al Ballo della Rosa di Monaco.

    Dopo la cerimonia che avrà luogo nel magnifico Cortile del Palazzo del Principe, alcune delle più prestigiose Cuvées della Maison accompagneranno i ricevimenti, compresa la cena ufficiale. Una Cuvée personalizzata sarà servita in onore di questo storico evento.

    Dalla sua fondazione nel 1811, Perrier-Jouët è sempre stato associato a Reali e Principi. Nel 1861, S.A.R. Regina Victoria ha voluto Perrier-Jouët come champagne ufficiale della Corte di Inghilterra. E’ stata poi seguita dalla Corte Svedese e da Leopoldo I del Belgio. Anche Napoleone II e l’Imperatrice di Russia, Maria di Hesse-Darmstadt, scelsero gli champagne della Maison.

    Se William e Kate si sono aggiudicati la vittoria nella competizione – tutta orchestrata dalla stampa internazionale – per stabilire quale fra i due si potesse considerare ‘il matrimonio dell’anno‘, non si può certo dire che Alberto di Monaco e Charlene abbiano optato per il basso profilo nell’organizzazione delle loro nozze.

    Dai dettagli emersi fino a questo momento (si parla di 4000 invitati e di tre giorni di festeggiamenti) la giuria che ha decretato così frettolosamente il risultato finale, conferendo la palma di matrimonio dell’anno al royal wedding anglosassone, avrebbe dovuto avere almeno la buona creanza di aspettare che il matrimonio dell’ormai ultimo principe scapolo d’Europa si celebrasse.

    Come era prevedibile è già scattata la caccia ai confronti e alle differenze, ma noi preferiamo aspettare il tre di luglio per decidere quale matrimonio ci ha fatto sognare di più…