Annullamento del matrimonio se il marito è farfallone

da , il

    Annullamento del matrimonio se il marito è farfallone

    Una decisione in tema di separazione che fa discutere quella presa dalla Cassazione che ha annullato il ricorso di una donna contro la sentenza della Sacra Rota che aveva deciso l’annullamento del matrimonio perché il marito non ha mai tenuto fede alla indissolubilità del vincolo. In altre parole, dal momento che marito è un noto farfallone, la moglie non poteva non saperlo e, anzi, doveva sapere che non le sarebbe mai stato fedele a vita.

    La sentenza del tribunale ecclesiastico aveva deciso l’annullamento del matrimonio e la Cassazione ha confermato la decisione. Il risultato è che la donna si ritrova single, con il figlio a carico e nessun riconoscimento del suo status di ex moglie. La coppia si era sposata dopo aver appreso dello stato di gravidanza di lei, una sorta di matrimonio riparatore attorno al quale ruota tutta la vicenda.

    Innanzitutto, la nullità del matrimonio era stata decretata dalla Sacra Rota perché il marito non avrebbe mai tenuto fede ai cosiddetti bona matrimoni, ossia gli impegni che i coniugi assumono con le nozze religiose, e non le sarebbe mai stato fedele a vita come prevede l’indissolubilità del matrimonio. La Cassazione, poi, ha confermato la sentenza ecclesiastica e respinto il ricorso della donna che si era dichiarata all’oscuro dell’esclusione dell’indissolubilità del vincolo da parte del futuro coniuge. Secondo i giudici, infatti, gli indizi dell’infedeltà coniugale del marito c’erano, fin dai tempi del fidanzamento, e lei doveva accorgersene. Abbastanza assurdo, non credete?