Divorzio all’estero: Londra la capitale europea più gettonata

da , il

    Divorzio all’estero: Londra la capitale europea più gettonata

    Molti tra coloro che decidono di formalizzare il proprio divorzio all’estero scelgono Londra, che per questo motivo è stata eletta dal Times la capitale globale dei ‘turisti del divorzio‘.

    Secondo una recente inchiesta del quotidiano britannico ben un sesto delle cause di divorzio dibattute davanti ai tribunali londinesi coinvolgono cittadini stranieri. Si tratta di almeno 24 mila delle 150 mila cause di divorzio dibattute ogni anno nei tribunali inglesi e del Galles.

    Londra attira soprattutto i miliardari. Oltre la metà dei casi in cui nel divorzio sono coinvolte forti somme finanziarie, infatti, hanno per protagonisti ex sposi venuti dall’estero, rileva il quotidiano inglese. Ad alimentare il turismo dei divorzi in questi casi sarebbe stata una successione di alimenti particolarmente generosi attribuiti dalla magistratura britannica in particolare alle ex mogli. Questi pagamenti sono così alti – scrive il giornale – che per molti aspiranti divorziati può essere vantaggioso trasferirsi per un anno in Gran Bretagna, che è la condizione necessaria per potersi rivolgere alla giurisdizione anglosassone.

    Inoltre negli ultimi anni si è registrato un significativo aumento di controversie commerciali in cui una o entrambe le parti sono straniere. Tutto ciò, osserva il Times, sta creando una situazione di intasamento nei tribunali londinesi, a scapito dei contribuenti britannici.

    Stranieri a parte, il Regno Unito resta uno dei Paesi con il più alto numero di divorzi in Europa - fatta eccezione per un calo record registrato dal 1979 al 2008 conseguente al calo altrettanto record dei matrimoni – e il costo delle separazioni per lo stato è stato valutato in una cifra che supera i 20 miliardi di sterline l’anno.