Domenica 27 marzo 2011

da , il

    Domenica 27 marzo 2011

    Pensiero del giorno

    Il matrimonio è la causa principale del divorzio. (Boris Makaresko)

    Piatto alternativo per ricevimento

    Se avete optato per l’organizzazione matrimonio fai da te, oggi vi voglio dare un’idea sfiziosa per gli antipasti. Che ne direste di preparare una millefoglie di salmone affumicato? Potete usare la pasta fillo al posto di quella sfoglia, in questo caso i dischi vanno unti con un po’ di olio e cotti per pochi minuti in forno. Ovviamente potete decidere voi il diametro preferito per i vostri dischi, che potete ordinare dal vostro panettiere oppure farli voi cuocendoli uno alla volta, seguendo le istruzioni della confezione. In questo caso buccherellate con una forchetta la loro superficie e spenellateli con dell’uovo sbattuto in modo che vengano belli dorati. Conservateli in un recipiente metallico oppure, quando freddi, avvolti in alluminio fino al momento dell’uso. Preparate poi la maionese a cui aggiungerete il rafano e l’erba cipollina tritatata finemente. La maionese deve risultare abbastanza morbida per cui vi consiglio di stemperarla con 1 o 2 cucchiai di acqua tiepida. Copritela con la pellicola trasparente e conservatela in frigorifero fino al momento dell’uso. Pochi minuti prima di andare a tavola appoggiate sul piatto da portata il primo disco di pasta sfoglia, spalmatelo con uno strato sottile di maionese e adagiatevi metà delle fette di salmone affumicato. Ricoprite con il secondo disco e farcitelo con la maionese ed il salmone affumicato avanzati. Chiudete con il terzo disco che avrà rivolto all’esterno il lato spennellato con l’uovo.

    Frasi per gli auguri

    Se avete voglia di augurare un felice matrimonio con simpatia potete scegliere una fra queste frasi.

    Addizionate felicità… Sottraete delusioni…. Moltiplicatevi… e Mai dividetevi!!

    Che il vostro amore possa sempre aumentare: come le tasse.

    Che i vostri baci siano innumerevoli: come gli emendamenti al governo.

    Il matrimonio è una città assediata: chi sta dentro vuol uscire fuori, chi sta fuori vuol entrare dentro.