Il matrimonio ai tempi della crisi: la parola d’ordine è stupire

da , il

    Il matrimonio ai tempi della crisi: la parola d’ordine è stupire

    Qual è la parola d’ordine del matrimonio ai tempi della crisi? Risparmio? Sbagliato. Stupore, piuttosto. E’ quanto emerge all’Umbria Sposi, la fiera dedicata al matrimonio che ha visto protagonisti ben 100 espositori dislocati nei padiglioni di Bastia.

    Sia che si tratti di le nozze civili o religiose, il matrimonio è sempre un evento concepito ‘per stupire e stupirsi‘. Ecco perché le fiere sposi diventano un’occasione imperdibile per proporre a coloro che si apprestano a convolare a nozze (rimasti in pochi oramai) idee sempre più nuove e originali.

    I matrimoni? Si assottigliano di anno in anno — commenta Benedetta Tosi di Fotografare — e per noi non è semplice rimanere sul mercato. Per questo puntiamo su prezzi e offerte competitive. Tanto per fare un esempio, insieme al servizio fotografico, che ora può diventare un vero e proprio foto-libro, regaliamo agli sposi un 3 d, mentre stiamo rilanciando il vecchio video, con l’HD‘.

    Poi ci sono i banchetti da favola proposti dagli chef e dai designer de ‘Gli orti di Epicuro‘. Mele caramellate, alberini della cuccagna, casette di marzapane rimpiazzano il classico buffet di dolci. ‘Serviamo clienti fantastici che amano stupirsi — commenta a tal proposito Carlo Baldassarri — . Ma manca la materia prima. Ossia gli sposi‘.

    Anche i confetti diventano sempre più particolari. Si va alla ricerca di gusti insoliti da quelli alla banana, a quelli alla cassata, da quelli alla mela aromatizzata con cannella a quelli di cioccolato bianco. La torta nuziale diventa sempre più scenografica e si arricchisce di sculture di zucchero, petali di marzapane e decorazioni d’altri tempi.

    E infine gli abiti da sposa, i veri protagonisti di ogni matrimonio. Sposami atelier propone modelli romantici, valorizzati da bustini di cristalli, altri investono su tagli sartoriali e tessuti rigorosi.

    Tra i regali l’ultima tendenza prevede il cosiddetto pacchetto sposa. Al centro Dcd costa costa 690 euro. E il viaggio di nozze? Vince il last-minute. I più originali, invece, lo fanno in moto.