Il matrimonio gay in Australia e lo spot antidiscriminazione

da , il

    In queste ore sta letteralmente facendo il giro del web questo video spot sul matrimonio gay in Australia realizzato da GetUp, nota associazione australiana da sempre impegnata in importanti campagne di sensibilizzazione, tra cui quella a difesa delle unioni tra persone dello stesso sesso.

    Il video racconta secondo una prospettiva soggettiva una storia d’amore come tante, fatte di corteggiamenti, scherzi, risa, litigi e dolori fino alla proposta di matrimonio, con un piccolo dettaglio: solo alla fine viene svelato che si tratta di una coppia omosessuale, quasi a voler significare che l’amore in tutti i suoi aspetti non conosce sesso.

    Il riscontro del pubblico è stato vivo e immediato se in meno di 48 ore lo spot ha fatto il giro del mondo, superando un milione di visite su Youtube. In un momento in cui la sensibilizzazione nei confronti delle unioni tra persone dello stesso sesso cresce in quasi tutti i Paesi – ricordiamo che in Danimarca si è discusso in questi giorni addirittura della possibilità di celebrare i matrimoni gay in chiesa – è importante lanciare messaggi anti discriminazione come quello proposto dallo spot in questione.

    Non è trascorso molto tempo da quando proprio in Australia l’omosessualità era considerata un reato ed erano previste pene severissime per gli omosessuali. Adesso, grazie al cielo, le cose sono cambiate: il 57% degli australiani (e tra questi anche una significativa componente cristiana) si è dichiarato favorevole ai matrimoni gay così come il parlamento della Tasmania. Ma ricordiamo che ci sono ancora molte parti del mondo, come ad esempio l’India, dove l’omosessualità è ancora reato.

    Foto di Jayceeloop