La principessa triste al matrimonio di William e Kate

da , il

    La principessa triste al matrimonio di William e Kate

    La principessa Masako, consorte del principe giapponese Naruhito, conosciuta dai media di tutto il mondo come ‘la principessa triste‘ potrebbe partecipare alle nozze tra il principe William e Kate Middleton, in programma il prossimo 29 aprile, a Londra.

    La notizia proviene direttamente dall’agenzia della Casa imperiale, ma sta facendo il giro del mondo per ciò che implicherebbe se fosse vero, vale a dire un segnale di pieno recupero, o almeno sempre più vicino, della principessa in lotta da anni con una grave forma di depressione causata da stress (‘sindrome da adattamento‘ l’hanno definita i medici di corte) che ha avuto origine nel 2003.

    L’agenzia, tuttavia, ha tenuto a precisare che ‘Masako, impegnata nelle cure per superare la malattia, non potrà non tener conto del suo stato di salute prima di confermare ufficialmente la sua presenza alle nozze reali inglesi‘.

    Se Masako riuscirà a volare a Londra sarà per lei il primo viaggio all’estero dopo un soggiorno di recupero in Olanda nel 2006 e la prima visita ufficiale dal viaggio in Nuova Zelanda e Australia del 2002. Il principe Naruhito, infatti, in questi ultimi anni è stato costretto a partecipare da solo ai diversi matrimoni reali ai quali la coppia è stata invitata a prender parte: dalla Svezia alla Danimarca, dalla Spagna al Brunei.

    Secondo quando riferisce l’agenzia della casa reale giapponese l’invito a prender parte alla cerimonia reale che si terrà a Westminster Abbey era destinato in origine all’imperatore Akihito e alla consorte Michiko e sarebbe giunto la scorsa settimana direttamente dalla Regina Elisabetta, la quale evidentemente sta tenendo fede al proposito espresso la settimana scorsa di partecipare più attivamente all’organizzazione del matrimonio del nipote. Dal Giappone, invece, a causa di un fitto programmi di eventi nazionali già in calendario, sarebbe giunta in risposta la richiesta (puntualmente accolta) di estendere l’invito ad altri componenti della casa imperiale e i designati sono stati proprio il principe ereditario Naruhito e la principessa Masako.