Lista nozze originale con coppie impossibili, lo spot dell’argentiere fiorentino

da , il

    Lista nozze originale con coppie impossibili, lo spot dell’argentiere fiorentino

    Quale migliore idea per pubblicizzare una lista nozze originale di una che mette insieme coppie impossibili come quella formata da Pietro Pacciani, noto alle cronache come il mostro di Firenze con la beata Madre Teresa di Calcutta, romanticamente ritratti dentro un cuore rosso sopra la scritta lista nozze Pietro e Teresa?

    E’ l’idea tutta pubblicitaria di Gianfranco Pampaloni, un argentiere del centro fiorentino che rassicura che dietro l’iniziativa non c’è nessuna volontà di voler risultare provocatorio, ma semplicemente quella di esprimere il concetto che stare insieme per le coppie, oggi, risulta veramente complicato.

    Tra le coppie impossibili, raffigurate all’interno dei cuori rossi, sotto l’insegna ‘Agenzia matrimoniale liste di nozze per coppie difficili‘, che l’argentiere ha affisso sulla propria vetrina troviamo quella formata dal comandante della Costa Concordia Francesco Schettino con la presidente tedesca Angela Merkel, quella costituita dal presidente dell’Iran Mahmud Ahmadinejad con il segretario di Stato degli Usa Hillary Clinton e ancora, quella rappresentata da Diego Armando Maradona e la regina Elisabetta II e quella del mago Otelma con l’astrofisica Margherita Hack.

    Mettere insieme Pacciani a madre Teresa? Non c’é alcun intento scioccante in questo – spiega l’argentiere fiorentino – ma solo l’idea di offrire un’immagine simbolica, per spiegare quanto è arduo, e complicato, stare insieme quotidianamente al giorno d’oggi. Le liste di nozze sono così noiose, sempre uguali e… così affaristiche. Con questi accostamenti in qualche maniera, cerco di vivacizzarne e renderne piccante il concetto‘.

    Pampaloni non è nuovo a questo tipo di iniziative, lo scorso anno, per San Valentino, aveva esposto le immagini dei rivali di Al Capone assassinati nella strage del 14 febbraio; per Natale, invece, dietro la vetrata era comparso un presepe ‘capitalista‘ con oggetti di consumo tra pastori e pecorelle, sovrastato da un’enorme falce e martello d’argento tempestata di diamanti con la scritta ‘vota partito consumista‘.

    L’intento non sarà provocatorio, ma di sicuro ha presa sul pubblico, sono stati tantissimi i turisti (e non) che si sono fermati a fotografare gli stravaganti manifesti pubblicitari e che di conseguenza si sono fermati proprio davanti alla vetrina del furbo argentiere!