Matrimonio a New York: le location più originali

da , il

    Matrimonio a New York: le location più originali

    Per chi ha deciso di organizzare il matrimonio all’estero, di certo New York è una delle città più suggestive. Vediamo insieme alcune delle location più originali per il matrimonio a New York che renderanno le vostre nozze davvero indimenticabili. Le proposte per celebrare le nozze nella Grande Mela sono infatti numerose ma vogliamo fornire qualche spunto alle coppie di futuri sposi che non sono in cerca dell’hotel lussuoso ma di una location unica.

    Tra le location più originali per celebrare il matrimonio a New York, come non menzionare subito Central Park, l’immenso parco amato da newyorkesi e turisti che offre tantissimi angoli suggestivi dove celebrare le nozze come, ad esempio, la Boathouse, casa galleggiante sul lago, o lo Shakespeare Garden, romantico giardino dove crescono soltanto le specie di fiori nominati nelle opere del grande scrittore.

    Ma per gli sposi che hanno deciso di organizzare il matrimonio all’estero e hanno scelto la Grande Mela, un’altra possibile location è il Giardino botanico di Brooklyn dove si erge l”eccentrico Japanese Pavilion: un’affascinante pagoda posta sulle rive di un laghetto e circondata da cascate e alberi di ciliegio, ponti e lanterne, in perfetto stile giapponese. Non resta che sostituire il classico abito da sposa bianco con un elegante kimono!

    Gli sposi più moderni possono celebrare le nozze al Foundry, una fonderia del Diciannovesimo secolo che si trova a Long Island, dove potersi dire sì circondati da ciminiere, mattoni a vista, rotaie e forni. Altra location di nozze suggestiva è il faro di Chelsea in prossimità del grande porto della città, oppure, se preferite un matrimonio con vista mozzafiato s New York allora quel che fa per voi è il tetto del Rockfeller Centre. Insomma non vi resta che raccogliere qualche dettaglio pratico su come sposarsi a New York e scegliere la location di matrimonio che più vi piace: a New York non c’è che l’imbarazzo della scelta.