Matrimonio a New York tra ex condannati a morte

da , il

    Matrimonio a New York tra ex condannati a morte

    La storia è di quelle che fanno accapponare la pelle, ma fortunatamente si conclude bene con un matrimonio celebrato a New York lo scorso 13 novembre. Gli sposi sono Peter Pringle, 73 anni e Sonia Jacobs di 64. Si conoscono nel corso di una conferenza organizzata da Amnesty International sull’abolizione della pena di morte.

    Entrambi sono lì perché hanno trascorso 15 lunghi, interminabili anni nel braccio della morte, per una condanna a morte ingiusta che sono riusciti entrambi a ribaltare, ma solo dopo aver sacrificato una parte consistente della propria vita dietro le sbarre.

    Abbiamo entrambi vissuto un incubo, ora è arrivato il momento di vivere la nostra favola‘, si legge sul New York Times.

    Sonia Jacobs, detta Sunny, è stata condannata a morte negli Stati Uniti insieme al marito nel 1976 per l’omicidio di due poliziotti avvenuto in Florida, ed è stata scagionata nel 1992 dopo la confessione del vero assassino e dopo che il marito era stato già messo a morte.

    Anche Peter Pringle è stato accusato dell’omicidio di due agenti di polizia, avvenuto nel 1980 a Ballaghaderreen, sulla costa occidentale dell’Irlanda. La sua condanna è poi stata annullata per un grave vizio di forma, e dal carcere è uscito nel 1995, dopo 15 anni trascorsi in cella, di cui dieci da condannato a morte. L’Irlanda, nel 1990 abolì, infatti, la pena capitale.

    I due si sono conosciuti nel 1998, nel corso di una conferenza organizzata in Irlanda da Amnesty International, uno dei gruppi che maggiormente si batte per l’abolizione della pena di morte nel mondo. Sonia va in qualità di partecipante, Peter, divenuto avvocato è lì in qualità di relatore. Tra i due sventurati, accomunati da un tragico destino nasce un’amicizia che poi si trasforma in amore fino al matrimonio a New York.