Matrimonio finisce per colpa del cane

da , il

    Matrimonio finisce per colpa del cane

    Il triangolo no… Ma questa volta non c’è di mezzo un’altra/o bensì il cane. Il troppo amore di una donna per il suo amico a quattro zampe ha portato il marito di lei a chiedere la separazione. Questo perchè secondo l’uomo infatti la moglie avrebbe messo, in una fantomatica scala degli affetti, l’animale molto prima di lui. E’ così lui si è sentito offeso e dopo 15 anni di matrimonio, una coppia triestina è scoppiata e l’uomo ha deciso, appunto, di chiedere la separazione con addebito nei confronti della moglie.

    La loro storia è sembrata sin dal principio una storia d’amore in piena regola e destinata a durare nel tempo. Tutto ha avuto inizio quando quindici anni fa si sono incontrati, si sono conosciuti ed hanno deciso di andare a convivere. Poi il matrimonio. Ed ecco che subito dopo la cerimonia, problemi e piccoli attriti sono cominiciati a venire a galla.

    Secondo l’uomo, ogni aspetto della vita quotidiana vissuta in coppia sembra lentamente ma inesorabilmente andare alla deriva. E a rendere il tutto sempre più intollerabile, è la presenza del terzo incomodo, il cane. Come infatti il marito racconta nella richiesta di separazione con addebito nei confronti della moglie, qualsiasi momento della vita di coppia viene vissuto in base alle esigenze dell’animale: a cena solo nei ristoranti dove il cane può entrare, stesso discorso per i locali e nella scelta dei luoghi di vacanza.

    Dopo anni di questa routine, l’uomo ha deciso così di dire basta a moglie, matrimonio e cane: per ritrovare la serenità ha lasciato il tetto coniugale per provare a rifarsi una vita lontano dalla donna e dall’animale. L’ultima parola adesso è però affidata ai giudici che, secondo l’uomo, riconosceranno la colpa della moglie e potranno restituirgli almeno in parte la dignità offesa da anni vissuti all’ombra dell’ingombrante coinquilino a quattro zampe.