Matrimonio in crisi? La cura è sotto le lenzuola

da , il

    Matrimonio in crisi? La cura è sotto le lenzuola

    Forse non è proprio una novità, ma adesso la conferma ci arriva direttamente da un autorevole studio pubblicato su Social Psychological and Personality Science da un gruppo di ricercatori dell’University of Tennessee (Stati Uniti) guidati da James McNulty e Michelle Russell. Come salvare un matrimonio in crisi? Il sesso sembra la cura migliore per rimettere in piedi un rapporto che presenta qualche incrinatura, e soprattutto pare sia un toccasana per gli sposi.

    Quando il matrimonio entra in crisi il rimedio più efficace per ricominciare ad andare d’accordo e vivere più serenamente la vita di coppia è iniziare a divertirsi di più sotto le lenzuola. Lo affermano gli scienziati dell’University of Tennessee guidati da James McNulty e Michelle Russell hanno seguito 144 sposi nei primi quattro anni di matrimonio, chiedendo loro quanto fossero felici e quanto spesso facevano sesso.

    Dai risultati è emerso che, in media, nei primi sei mesi di matrimonio le coppie facevano sesso almeno una volta a settimana, per poi scendere a tre volte al mese entro il quarto anno. Il livello di soddisfazione coniugale – emerge dalla ricerca – non risulta direttamente associato con la quantità di sesso consumato, ma per le coppie considerate altamente nevrotiche, invece, fare molto sesso aiuta a rinsaldare l’unione e migliorare l’armonia.

    Non vi sembrerà certo una grande novità il fatto che l’intimità sotto le lenzuola sia una componente importante di un matrimonio felice, ma adesso a dar conferma a un tradizionale luogo comune ci hanno pensato degli scienziati. Riacquisire e riaccendere l’intesa con il propio maritofa bene al matrimonio sotto molteplici aspetti, influendo positivamente anche sulla comunicazione tra la coppia.

    In un periodo in cui divorzi e separazioni registrano un boom anche in Italia, meglio allora correre ai ripari che rientrare nella categorie di donne sposate che parlerebbero più con il cane che con il marito, come è emerso da un recente sondaggio svolto da Associated Press-Petside.com.