Mezzi di trasporto matrimonio: Lambretta e Rolls Royce le più gettonate

da , il

    Mezzi di trasporto matrimonio: Lambretta e Rolls Royce le più gettonate

    La tentazione di sostituire l’auto per le nozze con un mezzo più originale e stravagante è forte e alla fine molti vi cedono, ma la maggior parte, quando si tratta di scegliere il mezzo che li condurrà all’altare opta per la più tradizionale delle icone del lusso, vale a dire la britannica Rolls Royce.

    La vettura tipicamente british, imponente e ricca di stile, conquista il 27% degli italiani battendo anche concorrenti più sportive come la Porsche Boxter (scelta solo dal 17%).

    E’ quanto emerge da un sondaggio condotto dal comparatore online Chiarezza.it, rivolto a coppie già sposate e non, su quali fossero i mezzi di trasporto ideali per il matrimonio. Se gli uomini a maggioranza hanno optato per la cara vecchia Rolls, le donne, a sorpresa, hanno eletto la Lambretta come il mezzo di trasporto ideale con cui sposarsi. Lo scooter vintage conquista il 26% delle italiane, romantiche e nostalgiche dello stile Audrey Hepburn. Dopo la Lambretta, per le donne viene la carrozza trainata dai cavalli bianchi in stile Royal Wedding (16%), seguita da un sogno vero e proprio: un cavallo alato (11%)!

    Questi sono i sogni di chi ancora non è convolato a nozze, ma chi si è già sposato e ha dovuto misurarsi con problemi di natura logistica ed economica nella stragrande maggioranza dei casi ha finito per optare per un’auto normale (26% donne, 20% uomini), magari addobbata per l’occasione.

    Non manca però chi prende un’auto di lusso a noleggio (20% donne, 15% uomini) come la Limousine o si fa conquistare da modelli un po’ retrò come il classico maggiolone bianco. Più rare, ma degne di nota, scelte come calesse, furgone, a piedi, in bicicletta o in tandem. Per i più temerari ci sono mongolfiera, aliante e paracadute!

    Infine, chi opta per l’auto nella maggior parte dei casi delega la guida a qualcuno che si presta ad essere autista per un giorno: un amico (33% donne, 40% uomini) o un parente proprietario dell’auto (23% donne, 12% uomini).

    Foto di Robert