Motivi della nullità del matrimonio canonico

da , il

    Motivi della nullità del matrimonio canonico

    Il matrimonio canonico è il matrimonio celebrato in Chiesa secondo le regole liturgiche e sostanziali, previste dal codice di diritto canonico. Si tratta di un accordo tra le parti che la stessa Chiesa considera un diritto naturale celebrato sulla base dell’insegnamento di Gesù Cristo che diceva: ‘Il patto matrimoniale è stato elevato da Cristo Signore alla dignità di sacramento’. Il matrimonio canonico può anche essere annullato. Ma quali sono i motivi di nullità? Eccoli di seguito.

    Le coppie che si sono sposate in Chiesa, con rito concordatario o semplicemente religioso, possono ottenere dal tribunale ecclesiastico la dichiarazione di nullità, ecco quali sono i motivi per cui è possibile averla.

    1. Incapacità per carenza di sufficiente uso della ragione (can. 1095, n. 1)

    2. Incapacità per difetto di discrezione di giudizio (can. 1095, n. 2)

    3. Incapacità per cause di natura psichica (can. 1095, n. 3)

    4. Ignoranza circa l’essenza del matrimonio (can. 1096)

    5. Errore circa l’identità fisica del coniuge o circa sue specifiche qualità (can. 1097) – - Sono 2 le ipotesi: la prima ipotesi riguarda l’errore sull’identità fisica del coniuge, la seconda riguarda, invece, l’errore su una qualità (o più qualità) voluta in modo essenziale e determinante nella persona del futuro coniuge.

    6. Dolo (can. 1098) – Si intende con tale termine un’azione ingannevole, commessa in modo deliberato e fraudolento nei riguardi di un soggetto, al fine di fargli compiere un determinato atto giuridico.

    7. Simulazione del consenso matrimoniale (can. 1101)

    - a) Esclusione dello stesso matrimonio

    - b) Esclusione della prole

    - c) Esclusione della indissolubilità

    - d) Esclusione della fedeltà

    - e) Esclusione del bene dei coniugi

    - f) Esclusione della sacramentalità

    8. Condizione (can. 1102) (Ricatto)

    9. Timore e violenza (can. 1103)