Pochette per la sposa, accessorio da non trascurare

da , il

    Spesso la sposa presa dai mille preparativi e dalla scelta dell’abito, con ogni accessorio che ne consegue, dimentica un particolare indispensabile: la pochette. Se la considerazione vi suona strana vi pongo una semplice domanda: uscite mai di casa senza borsa? NO! Per evitare che il giorno del matrimonio vi sentiate perse senza il vostro necessarie allora è bene che iniziate a considerare la pochette perfetta. La tradizione vuole che a portare l’occorrente per la sposa siano le damigelle, incaricate di badare ad ogni imprevisto, cianfrusaglia o altro durante il matrimonio, ma la damigella in Italia viene poco ‘usata’. Per evitare di ricorrere a mamma ogni volta che avete bisogno di un fazzoletto o del lucidalabbra… è bene scegliere in fretta.

    Se vi ponete il problema del bouquet ricordo che a un certo punto della cerimonia il tanto amato fiore va lanciato verso nuovi orizzonti, chiamati damigelle single o zitelle a secondo del riguardo usato. Da quel momento in poi avete almeno una mano libera per tenere la pochette, l’altra sarà avvinghiata al neo marito.

    Esistono diverse soluzioni sul mercato, l’importante è che la pochette scelta non sia troppo grande, il che tramuta la pochette in borsa, e troppo appariscente, abito bianco e pochette verde, converrete anche voi che non dona, meglio un colore tenue, bianco o avorio, o che richiami un dettaglio del vestito.

    Potete giocare anche con le forme, tra le più amate i borsellini ricoperti di petali, se qualcuno vi ricorda il bon ton del matrimonio, ribadite che la pochette non fa parte dell’abito da indossare in Chiesa, se il matrimonio è in municipio allora non v’è alcuna contro indicazione, ma solo durante il ricevimento.