Separazioni: aumentano le probabilità se lei si ammala

da , il

    Separazioni: aumentano le probabilità se lei si ammala

    Vi siete emozionate fin da bambine nel sentire gli sposi promettersi dinanzi al prete di stare insieme nella salute e nella malattia fino alla morte? Se guardiamo i dati statistici purtroppo questa frase perde tutta la sua magia e in molti casi diventa solo una promessa non mantenuta. Che le separazioni siano in aumento si sa da un pezzo ma quello che mette in evidenza un recente studio pubblicato sulla rivista Cancer è un aspetto ancora più triste e delicato.

    Dati alla mano emerge infatti che se in una coppia la donna si ammala nel 21 % dei casi si arriva alla separazione mentre, capovolgendo i ruoli, solo il 3% delle donne scappano di fronte al marito malato. Un dato triste che sicuramente ci fa riflettere sul valore dei sentimenti in epoca odierna. Analizziamo allora questo studio insieme per cercare di capire quali meccanismi è in grado di svelarci. Partiamo con una precisazione prima di puntare il dito contro gli uomini: in molti casi, quando la donna si ammala, decide autonomamente di fare le valigie. Perché? Affrontare un tumore aiuta ad essere più forti, più consapevoli delle proprie capacità e a chiudere rapporti ormai logori. Quali sono i motivi che spingono l’uomo ad andarsene in queste circostanze? Su 515 casi esaminati molti matrimoni finiscono dopo la malattia perché lui, presente durante il calvario, rivendica dopo gli sforzi fatti e si chiude in se stesso. Alcuni invece non riescono proprio ad affrontare insieme il problema e spesso, appena l’intimità viene meno, lui cade nel tradimento. Come è possibile allora salvaguardare il proprio matrimonio in modo che resista all’urto di una grave malattia? Innanzi tutto è opportuno chiedere un supporto psicologico fin dalla diagnosi: non dobbiamo mai sottovalutare l’impatto emotivo che una notizia del genere causa non solo per il soggetto malato ma anche per le persone a lui più care. E’ fondamentale non chiudersi in se stessi e parlare con il partner. Non bisogna creare distacchi eccessivi e irrecuperabili neppure dal punto di vista sessuale: occorre quindi recuperare il prima possibile l’intimità .