Spese matrimonio tagliate in tempi di crisi

da , il

    Spese matrimonio tagliate in tempi di crisi

    In tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo anche le spese per il matrimonio hanno subito dei drastici tagli e le coppie optano per il risparmio anche nel giorno del sì. Le spese per il matrimonio vengono tagliate mediamente del 20 o 30%.

    A dichiararlo sono gli operatori presenti alla rassegna ‘Viva gli sposi‘, conclusasi ieri al centro fieristico Lariofiere a Erba, in provincia di Como. Presenti oltre 150 aziende di diversi settori da quello delle bomboniere, a quello dei viaggi di nozze.

    Ma quali sono le prime spese per il matrimonio ad essere tagliate? Anzitutto quelle relative ai fiori, gli sposi tendono a scegliere quelli meno costosi o disponibili a prezzi scontati anche se di qualità più scarsa; anche il viaggio di nozze diventa low cost, sempre più sposi abbandonano le tradizionali mete esotiche a favore di località più vicine; e infine il pranzo di nozze, anch’esso diventa sempre meno opulento e qualcuno arriva addirittura a preferirgli il buffet.

    La crisi, dunque, fa dire definitivamente addio ai matrimoni sfarzosi e principeschi a favore di ricevimenti sobri e con pochi invitati. Qualcuno parla di una nuova tendenza, il matrimonio costoso sarebbe passato di moda, ma è facile intuire che si tratta di una moda largamente condizionata dalla situazione attuale. Fino a qualche anno fa era impensabile sentir parlare di collette per sposarsi su internet e di matrimonio con lo sponsor, che da trovata originale è diventato quasi un must cui ricorrono sistematicamente molte giovani coppie in bolletta.

    Tra le spese matrimoniali, l’unica che non ha ancora conosciuto la crisi è quella relativa all’abito da sposa, per il quale si è disposti a spendere ancora cifre importanti.