Uniti fino alla morte, coniugi di Cremona se ne vanno a poche ore di distanza

da , il

    Uniti fino alla morte, coniugi di Cremona se ne vanno a poche ore di distanza

    Hanno trascorso insieme oltre 70 anni della loro esistenza, sempre insieme e, sono rimasti incredibilmente uniti fino alla morte, quando l’uno non ha sopportato l’idea di poter restare a questo mondo senza l’altro.

    E’ la commovente vicenda di una coppia di sposi di Caorso, in provincia di Cremona, che se ne sono andati a poche ore di distanza l’uno dall’altra.

    Lui, Carlo Verzè, a 89 anni all’alba, è stato stroncato da un arresto cardiaco e circa tre ore dopo, distrutta dal forte dispiacere, anche la moglie Margherita Rizzi di 3 anni più giovane di lui si è sentita male e a nulla sono valsi i soccorsi. E’ morta quasi subito, dopo essere arrivata all’ospedale di Piacenza, anche lei a causa di un infarto, come il suo amato marito. Il suo cuore non ha retto alla perdita dell’uomo che aveva amato per più di 70 anni.

    Carlo e Margherita avevano preso molto sul serio il valore della formula ‘Finché morte non vi separi‘ letta loro quasi un secolo prima da un sacerdote di provincia, hanno voluto persino sfidarla la morte dimostrando che quando ci si ama veramente nemmeno lei può intervenire a separare due persone che vogliono stare insieme.

    Se questa storia ci commuove fino alle lacrime è perché il matrimonio, oggi, non rappresenta più un vincolo indissolubile e molto prima che giunga la morte, di solito è un legale a separare chi aveva pronunciato la solenne promessa. Ma è il matrimonio in quanto istituzione ad essere entrato in crisi o sono piuttosto i sentimenti? Perché non riusciamo più ad amarci fino alla morte?