Bally collezione primavera estate 2011

da , il

    Non sempre per puntare al meglio, agli accessori realizzati con i materiali migliori si deve pensare per forza alle grandi catene di moda che popolano le nostre città. Bally è un brand di lusso sinonimo di qualità ed eleganza e dal 1851 si è affermato soprattutto per la creazione delle sue scarpe e accessori prêt-à-porter. Oggi il marchio è conosciuto in tutto il mondo, è molto sofisticato e continua ogni anno a sbalordire. Per la collezione primavera estate 2011 ha realizzato una campagna pubblicitaria davvero sublime. Gli scatti del nuovo advertising hanno al centro della campagna l’enigmatica Constance Jablonski.

    Maglie dalle maniche di diversi colori, giallo e verde, i colori della brillantezza brasiliana, sovrastano minigonne di pelle cammello. Lo sguardo inquisitorio di Constance Jablonski sembra quello di una ragazza che ha bisogno della società che le sta intorno ma, nei suoi occhi da cerbiatto si legge l’espressione di chi sa come muoversi e cosa fare per vivere sempre al meglio. Un modello femminile sdraiata sui soliti campi di erba da calcio. Indossa ballerine sportive mentre impugna una sacca tra le mani e il momento dopo è vestita interamente in pelle stringendo questa volta una borsa quadrata della stessa pelle e colore della giacca.

    I colori si mescolano, si miscelano sebbene non si accostino perfettamente tra di loro. Sta di fatto che gli outfit proposti, nel contesto sul quale è stata realizzata la campagna pubblicitaria, risultano divini. Allora mi chiedo: è importante il contesto? Certo che lo è. Questi sono sicuramente scatti ricercati, elaborati molte volte per rendere al massimo il risultato che il brand svizzero voleva far trapassare. Il contesto è sempre importante. La cultura del vestire è un’arte intrisa del territorio che la genera. Ad ogni modo, Bally ci insegna che quest’anno la pelle e il look più sportivo possono accostarsi per un risultato glamour e insolito. Avete voglia di provarci?