Calze, parigine e leggings

da , il

    Calze, parigine e leggings

    Dalle tendenze moda delle calze al ginocchio al calzino indossato con il sandalo o con le décolleté, sulle passerelle di quest’anno vincono e conquistano gli accostamenti audaci.

    Fino a qualche anno fa calze e scarpe non andavano per niente d’accordo, soprattutto se si trattava di infradito e sandali, oggi invece la moda sembra andare controtendenza rivedendo la proposta e addolcendo, diciamo, ‘la pillola’. Il giusto metodo per passeggiare comodamente ovunque è sentirsi prima di tutto a proprio agio, quindi se indossare calzature che lasciano scoperto il piede, con calzini colorati o parigine sexy, è per voi sinonimo di espressione della vostra personalità e del vostro stile, allora l’associazione può funzionare. Camminare sicure è il primo passo per vestire con collant a fantasia, lavorate, traforate, con geometrie e stampe sorprendenti, senza indugi. Per l’estate 2010 il trend è rappresentato in particolare dalle calze al ginocchio, utili soprattutto per l’ altro must del momento, ovvero gli stivali estivi. Cadere in tentazione è facile, ma è bene non dimenticare che una calzatura chiusa indossata d’estate può lasciare maleodoranti effetti, quindi tamponare il tutto calzando gambaletti o calze ‘over knee’ potrebbe rivelarsi una saggia scelta. Ovviamente non esagerate con la lunghezza e con i capi di abbigliamento da abbinare: ok a gonne corte, minigonne e vestitini per lasciare scoperte le gambe in modo che le calze al ginocchio facciano da accessorio e non da ‘continuo’, perchè ricordatevi che state attirando l’attenzione, quindi fatelo con gusto. Leggings impreziositi da paillette e decori primeggiano ancora, ma cambiano le tinte: il nero lascia il posto al rosa, al grigio, al giallo e al blu. Ai piedi ballerine dallo stile romantico, décolleté e sandali bassi o alti. Tra le proposte più interessanti vi sono i collant e i calzini a pois, floreali, e dai colori vivaci e accesi di Goldenpoint, e i leggings in stile anni ’80 e le autoreggenti da eterne lolite di Calzedonia. Mise comuni che si trasformano radicalmente, soprattutto in vista dell’incostante variabilità di tempo meteorologico, e che permette però i più svariati accostamenti.