Chanel a Milano lancia due pezzi limited edition: la 2.55 e la giacca in tweed

da , il

    Chanel a Milano lancia due pezzi limited edition: la 2.55 e la giacca in tweed

    Signore che abitate a Milano o che per caso passate di lì oggi e nei prossimi giorni, sappiate che la boutique Chanel ha riaperto bel cuore della capitale della moda. Per l’occasione, il gran capo Karl Lagerfeld ha ideato e lanciato sul mercato rivisitazioni di due pezzi cult, rigorosamente in edizione limitata. Conosciamo tutte la Chanel 2.55, la borsa rettangolare matelassé nera con le due C incrociate simbolo del marchio, ma l’avete mai vista oversize?

    La versione ideata da Lagerfeld vuole la mitica borsa 2.55 molto grande e capiente, in veau grainé bianca e la catena intrecciata in metallo argentato. Da oggi, 1° dicembre, è possibile acquistare questo fantastico pezzo di storia moderna, la 2.55 è una delle borse che nessuno si sognerà mai di togliere dal podio. Attenzione però, vi ripeto, è una limited edition, gli esemplari prodotti sono solamente 350!

    Realizzata secondo i principi del mito Mademoiselle Coco Chanel è stata rivisitato anche un altro capo simbolo della maison francese: la giacca in tweed blu. Non è una semplice giacca, è un passpartout! E’ adatta per gli outfit quotidiani, sia di giorno che di sera. Della giacca, ancor meno della 2.55 oversize, ci sono pochissimi esemplari, solo 50 pezzi unici e solo per la boutique di Milano!

    Pezzi unici che passeranno la storia; i fortunati che riusciranno ad entrare in possesso di questi stupendi esemplari sapranno che in giro, nel mondo, saranno loro e pochi privilegiati a esibire tanta esclusività. I due capi cult rivisitati per questa occasione della riapertura milanese riportano una scritta Milano edizione limitata che è incisa all’interno della borsa su una placchettina d’argento mentre nella giacca in tweed blu è stampata sull’etichetta.

    E se non potete proprio permettervele, fate un giro nel cuore di Milano; non potrete avere questi due capi ma vale sempre la pena rifarsi gli occhi.