Gaultier Jean Paul: moda che si ribella

da , il

    Eternamente controverso, lo stilista Jean Paul Gaultier reinventa la moda e il brand, ancora una volta, per una primavera – estate all’insegna della spontaneità, della stravaganza creando un guardaroba improvvisato e qualificato da una splendida femminilità e da una donna vista come una rock star ribelle. Non a caso, in occasione sfilata primavera 2011 durante la Paris Fashion Week 2010, Jean Paul Gaultier ha scelto come modella d’eccezione l’amatissima Beth Ditto.

    Tutti conoscono il designer francese per i suoi vestiti molto appariscenti, la vena ironica con i quali egli li realizza, e il mix di stili che attua all’interno di una intera collezione. Il suo enigmatico genio creativo non ha mai smesso di attirare l’attenzione e lo si deduce anche dalla collezione primavera estate 2011. Si potrebbe dire che tutto ciò che vedremo nella calda stagione sarà frutto di un passato posto moderno, in cui stivali e giacche di pelle, hot pants, abiti rosso fuoco, arruffati e rifiniture sottolineate da moltissimo pizzo sono il dettaglio rock provocante ed elegante allo stesso tempo. Una donna pienamente Rock n’ Roll non solo nell’ atteggiamento, ma anche nel vestire.

    Gaultier, meglio conosciuto per il suo stile glamour ‘da film’, progettando difatti l’intero guardaroba delle celebrities di hollywood, partedendo dal un gusto per le stelle, i pianeti, etc ha creato abiti in raso spettacolari. L’aggiunta di strisce e triangoli, quasi fossero tute da lavoro, ha reso il tutto così futuristico, accanto a spalle squadrate e pantaloni attilati. Attitudine rock, come dicevamo, ma anche tante seduzione con calze in pizzo, fiori ricamati, leggings, pantaloni drappeggiati, trench reinventati, gonne balloon. Abiti che possono essere indossati sia di giorno che di notte, caratterizzati da tonalità dense come rosso, verde militare, sabbia, nero, beige, e abbinati a stiletti e sandali da sempre un must dell’estate. In questa collezione è stata catturata tutta la personalità di Jean Paul Gaultier.