RIP Anna Piaggi: morta l’eccentrica giornalista di moda

da , il

    RIP Anna Piaggi: morta l’eccentrica giornalista di moda

    È morta Anna Piaggi, eccentrica giornalista di moda, una delle voci più importanti nel panorama del fashion. Anna Piaggi è morta all’età di 81 anni (nacque a Milano nel 1931). Il mondo della moda saluta mestamente una gran signora, una donna che ha saputo rivoluzionare con la sua presenza e con il suo estro l’intero fashion system quando tutto era ancora troppo austero.

    Una delle più autentiche e influenti voci della moda è scomparsa all’età di 81 anni. Anna Piaggi, giornalista milanese, esperta di moda, se n’è andata lasciando un grande vuoto. Anna Piaggi diventa giornalista di moda duranti gli anni Sessanta, quando non esistevano ancora vere e proprie redattrici di moda. Criticava, giudicava, parlava di quell’arte che si ammirava ad occhi aperti, incantati, senza capirci poi molto. Arriva a Vogue negli anni Settanta dove, più tardi, inaugura la rubrica ‘le doppie pagine’. È stata così importante per la moda che Karl Lagerfeld, negli anni Ottanta, le dedicò un libro ‘Anna Chronique’, in pratica un fumetto che ha per protagonista proprio la scomparsa giornalista.

    È Anna Piaggi a introdurre il concetto di vintage, quando comprare abiti e accessori usati non era nemmeno pensabile. Ha giocato con i colori, con gli stili, mixando e creando nuovi inimmaginabili look. Lei stessa è diventata uno spettacolo di moda, quando ha scelto di iniziare a indossare tutto quello che voleva, come voleva. E così che la ricordano in molti, colorata ed eccentrica seduta in prima fila durante le grandi sfilate.

    Chi mangia pane e moda lo sa, con Anna Piaggi se ne va un bel po’ di eccentricità e colore, una grande critica d’arte, se ne va una parte della moda.