San Paolo Fashion Week 2011: mani in scena da Neon

da , il

    È l’evento più atteso in Brasile, la settimana della moda che si tiene a San Paolo è un evento del fashion business di gran rilievo. In passerella sfilano le creazioni più all’avanguardia ma soprattutto in scena va il colore. Il Brasile non è famoso per la varietà di colori frizzanti e vispi? Appunto! Le sfilate della fashion week brasiliana sono un trionfo di colori, un carnevale di emozioni. I fashion designer che partecipano alla manifestazione sanno bene come accalorare il pubblico e attirare le attenzioni sulle loro creazioni. Passiamo dall’alta moda in scena a Roma di Fausto Sarli, elegante e raffinata, a quella briosa brasiliana. Guardate un po’ che ha riservato al pubblico la sfilata di Neon.

    Neon è un marchio di intenso approccio estetico, è abbastanza commerciale e conosciuto soprattutto nei paesi del sud America per il suo gioco di tendenze. Sviluppa stili diversi e manda in scena diverse proposte, tutte altamente colorate, tutte molto particolareggiate.

    La collezione di Rita Comparato e Dudu Bertholini è stata più che altro una parata, una performance irriverente, avanguardista e corredata da sensazioni tribali.

    In realtà la sfilata corrispondeva tre linee. In scena è subito andata la femme fatale, gli abiti lunghi e drappeggiati per una donna sensualissima che ammalia l’uomo con un semplice sguardo. Una linea più fasciata fatta di tubini e di colori passionali come il rosso che si declina con il bianco e con il nero.

    Più colorate invece le altre due filosofie di Neon ispirate dai motivi tribali indian style e dagli accessori che influenzano direttamente l’abito. Sperimentazione e libertà, creatività e gioco di forme. Maniche a pipistrello che sono occhiali da sole extralarge, sciarpe che sono guanti, un abito che impugna una pistola, una maglia che rappresenta le fattezze del viso di chi la indossa.

    Un concept davvero interessante, colori e stampe che non passano di certo inosservati. La fotogallery in fondo parla da sé, date uno sguardo.