Abbronzatura in topless, ecco come proteggere la pelle dal sole

da , il

    Abbronzatura in topless, ecco come proteggere la pelle dal sole

    Amate prendere il sole in topless, ma avete dubbi sugli effetti che provocano i raggi del sole sulla pelle, ecco per voi qualche consiglio da seguire in spiaggia. Come spiega il Dott. Antonio Sorbo, dermatologo, il sole fa bene alla pelle se l’esposizione è graduale. Sono da evitare le cosiddette scottature solari, causa di molti problemi dermatologici. I rischi di una sbagliata esposizione al sole variano dal semplice eritema solare a situazioni più importanti come per esempio tumori della pelle. Fate sempre molta attenzione, l’eritema solare è in agguato.

    Possiamo salvaguardare la nostra pelle con le protezioni solari che consentono una buona tintarella nonostante l’alto fattore di protezione. La pelle produce una quantità adeguata di melanina solo dopo un certo numero di esposizioni al sole e pertanto il rischio di scottature è particolarmente alto all’inizio dell’estate quando la quantità di melanina non è ancora adeguata ad un’esposizione intensa. Questo discorso vale per tutte le fasce di età e per tutte le aree del corpo, spiega il Dott. Antonio Del Sorbo, in particolare per le aree molto delicate come la regione mammaria. Rivolgersi al proprio dermatologo per farsi consigliare i prodotti più adatti alla propria pelle è sempre una buona norma. Topless si o topless no? Prendere il sole con le dovute precauzioni apporta sempre benefici, ma è importante proteggere con prodotti idonei un’area tanto delicata evitando possibilmente i cosiddetti abbronzanti che possono talora potenziare gli effetti dannosi del sole. Niente corsa alla corsa alla tintarella. Optate per una pigmentazione lenta, graduale, ma duratura e soprattutto sicura.