Allergia al rossetto: a cosa è dovuta e come risolvere il problema

da , il

    Allergia al rossetto: a cosa è dovuta e come risolvere il problema

    Il rossetto è un must del make up e della seduzione femminile: e se doveste rinunciarci per un’allergia? Esatto: molte donne sono allergiche proprio al rossetto. I sintomi sono evidenti e difficili da non notare: labbra arrossate, prurito fastidioso e gonfiore. Non è necessariamente un’allergia che si manifesta da subito: può capitare che dopo anni che usate lo stesso stick senza problemi vi insorga improvvisamente questa reazione allergica. Come fare?

    Dobbiamo necessariamente rinunciare al rossetto o ci sono delle soluzioni? Un’alternativa è quella di creare da sole il proprio rossetto fai da te. Si tratta di una ricetta basata su ingredienti naturali che evitano quindi effetti collaterali fastidiosi, antiestetici e dolorosi.

    Ecco cosa vi occorre:

    • due cucchiai di mirtilli (vanno bene anche quelli surgelati)

    • mezzo litro d’acqua

    • 25 grammi di cera d’api

    • 4o grammi di olio di mandorle (si trova in erboristeria)

    Mettete a bollire un pentolino d’acqua con i due cucchiai di mirtilli: una volta giunta ad ebollizione lasciate cuocere per circa 15 minuti. Filtrate il liquido in modo da eliminare le bucce e rimettete a bollire per ottenere un composto più concentrato.

    Nel frattempo a parte mischiate la cera d’api, con l’olio di mandorla. Andate ad aggiungere pian piano il succo di mirtilli, fino a quando non avrete ottenuto la tonalità di rosso che preferite . Girate bene e conservate la crema di rossetto in piccoli contenitori da tenere sigillati. Applicatelo sulle labbra con un cotton fioc.

    Se il fai da te non è il vostro forte dovete cercare di capire tramite test a quale componente siete effettivamente allergiche. Spesso l’elemento sotto accusa è il nichel, presente in molti cosmetici: puntate su prodotti naturali per un make up nichel free. Un’ altra possibile fonte di allergie sono i conservanti. Finiscono sotto accusa anche gli alcoli della lanolina, sostanze naturali dalle proprietà emollienti ottenute dal sebo della pecora, molto usate per i lucidalabbra.