Applicazione iPhone studia il cervello: siamo distratti e infelici

da , il

    Applicazione iPhone studia il cervello: siamo distratti e infelici

    Una particolare applicazione iPhone è stata messa a punto per indagare il cervello umano. E ha condotto i ricercatori dell’Università di Harvard ad una scoperta interessante: siamo distratti la metà del tempo della nostra vita e questo ci rende piuttosto infelici. Nell’articolo, pubblicato sulle colonne dell’autorevole rivista Science gli studiosi spiegano: ‘La mente umana divaga e una mente errabonda e’ infelice. La capacita’ di pensare a cio’ che non sta accadendo e’ una conquista cognitiva che pero’ ha un costo emotivo’. Le divagazioni di cui parlano i ricercatori statunitensi si riferiscono a tutti quei pensieri che si affacciano alla nostra mente durante le normali occupazioni giornaliere.

    Una presenza che ci distrae, cattura parte della nostra attenzione e dimostra se siamo felici o no. Un’indagine certo non facile, quella di esplorare i fili invisibili di simili pensieri. L’applicazione per iPhone sviluppata da da Matthew Killingsworth, in questo senso, è stato uno strumento innovativo ma necessario per sapere da 2.250 volontari, in momenti diversi e casuali, cosa stavano facendo e con che grado di concentrazione. Cioè se stavano pensando a qualcos’altro e quanto erano happy. Le persone coinvolte nello studio, tra i 18 e gli 88 anni, hanno dichiarato, attraverso il proprio dispositivo mobile, di divagare con la mente nel 46,9% del tempo di attività generiche, tipo mangiare, camminare, fare acquisti, ecc…La percentuale, comunque è scesa mai al di sotto del 30%.

    A eccezione del sesso. Fare l’amore, assieme alle attività fisiche e alle conversazioni, sono risultati i momenti in cui si è meno distratti e infelici. Al contrario, lavorare, riposare e stare al computer sono stati indicati come i momenti più tristi della giornata. Quelli in cui la mente vola rapida verso pensieri alternativi.