Celiachia, una malattia che si contrae anche in età adulta

da , il

    Celiachia, una malattia che si contrae anche in età adulta

    La celiachia è una malattia piuttosto trascurata sia dal sistema sanitario (che non prevede una assistenza adeguata ai malati) che dalle persone, nonostante si sia registrato negli ultimi anni un suo forte aumento. Così, se la celiachia è sempre più diffusa nei bambini, lo stesso sta accadendo per gli adulti: in quindici anni, infatti, i casi diagnosticati in persone di età superiore ai 60 anni sono raddoppiati. E questo ribalta la teoria che riteneva l’infanzia come l’età più vulnerabile per la malattia.

    Lo studio è stato condotto dal Center for Celiac Research dell’università di Baltimora; l’aumento vistoso di casi di celiachia negli ultimi quindici anni vengono attribuiti, dagli stessi ricercatori, al massiccio consumo di alimenti contenenti farine prodotte con grani carichi di glutine tossico, che, se da una parte rendono molto di più per la produzione nei campi, dall’altra provocano negli anni una forte intolleranza al glutine. Il campione scelto per la ricerca era di 3500 persone, il cui sangue è stato esaminato a quindici anni di distanza. Numeri alla mano, i risultati sono stati eloquenti: se nella prima rilevazione i celiaci risultavano essere 1 su 501, nella seconda il rapporto è passato ad 1 su 219. A questo punto si è potuto dedurre che la celiachia è una malattia che colpisce a tutte le età e sta incrementando i suoi livelli di diffusione, anche se bisogna riconoscere che vi è un aumento dei falsi positivi, come ha dichiarato Gino Roberto Cozza, una delle voci più illustri sulla celiachia a livello internazionale. Per un quinto dei pazienti che nell’ultimo decennio si sono rivolti a lui, infatti, non è stato possibile confermare la diagnosi.