Colesterolo: le uova ne contengono sempre meno

da , il

    Colesterolo: le uova ne contengono sempre meno

    Il colesterolo nelle uova? Notizia superata. A sfatare il mito ci pensa il Dipartimento di Agricoltura Americano che, aggiornando i dati che riguradano i valori nutrizionali delle uova, parla di una diminuzione del 14% di colesterolo e, addirittura, di un 65% in più di contenuto in vitamina D. Diete da ribilanciare quindi a favore delle uova da sempre emarginate dalle tavole e temute da chi soffre di malattie cardiovascolari. I dati disponibili riguardano le uova americane, ma ciò non toglie che le nuove tecniche d’alimetazione non determinino cambiameti nutrizionali anche nelle uova prodotte dal nostro paese.

    Meglio un uovo oggi…e si è proprio il caso di riperterlo questo proverbio antico, visto che le uova recuperano finalmente terreno nella dieta dimagrante grazie ai dati confortanti che diffondono i laboratori Usa, ricalcolando in positivo il contenuto di colesterolo.

    Un calo importante che i nutrizionisti del Virginia Tech hanno riscontrato su uova provenienti da 12 differenti allevamenti sparsi per il Paese, evidenziando un miglioramento del prodotto in circolazione che dipende, molto probabilmente, da una maggior attenzione nell’alimentazione dei polli: mix più salutare composto da mais, farina di soia, vitamine e minerali.

    In particolare un uovo americano medio che nel 2002 conteneva un livello di colesterolo preoccupante, nel 2011 ne presenta solo 185 milligrammi, a fronte del limite di 300 milligrammi consigliato dalle linee guida dei dietologi e della soglia dei 200 milligrammi giornalieri che non dovrebbe oltrepassare chi è soggetto a malattie cardiovascolari.

    Ma non solo, le uova si confermano cibo sano e nutriente anche grazie all’aumentato livello di vitamina D, un 64% in più che tra calcio e fosforo va a rinforzare tutto il tessuto osseo.

    Nei nostri studi abbiamo visto che l’uovo non produce effetti dannosi, anche in soggetti con colesterolo alto -dichiara il responsabile dello studio prof. Katz. – Tanto più per il contenuto in vitamina D. Le uova ne sono una fonte naturale, basta un uovo al giorno per assicurare il 10% del fabbisogno giornaliero, utile a rafforzare le ossa e favorire il loro sviluppo.