Come riconoscere i nei sospetti? [FOTO]

da , il

    Quando si hanno molti nei è importante tenerli sotto controllo, se si vuole contrastare l’insorgere di possibili tumori alla pelle, tra cui il tanto temuto melanoma. Coma fare a capire quando il neo ha una conformazione anomala e quindi tenerlo sotto osservazione? Quali sono gli esami specifici? E, esiste una prevenzione per il benessere della pelle? Anzitutto, un neo sospetto è quello che presenta asimmetria di forma, bordi frastagliati, colore variegato e cresce in età adulta. In questi casi è opportuno far controllare il neo da un dermatologo, in quanto queste caratteristiche potrebbero essere anche la spia di un melanoma. La stessa raccomandazione vale anche quando compare sulla pelle una macchia nuova con queste caratteristiche o con aspetto rilevato nodulare e spesso non pigmentato.

    Una volta dal dermatologo, la valutazione viene fatta con un particolare strumento, il dermatoscopio. Maggiore attenzione deve essere prestata da chi tende a scottarsi molto facilmente, chi ha una carnagione molto chiara, oppure molti nei. Anche chi conosce già casi di melanoma in ambito familiare dovrebbe essere particolarmente attento all’evoluzione dei nei. Indispensabile anche la prevenzione, soprattutto nei casi in cui ci sia già qualche fattore di rischio tra quelli indicati in precedenza (pelle chiara e lentiggini, casi di melanoma o tumori alla pelle in famiglia ecc).

    Gli accorgimenti preventivi sono diversi. Anzitutto è importante prendere il sole in misura moderata fin da bambini, evitando gli eccessi e le conseguenti ustioni, e poi i vari esami, che permettono agli specialisti di individuare i nei sospetti tempestivamente specie in chi, come già detto, è più predisposto.