Dieta Miami: il menù dei tre giorni

da , il

    Dieta Miami: il menù dei tre giorni

    La dieta Miami è nata negli ospedali statunitensi durante gli anni ’70 e lo scopo era di far perdere velocemente peso ai pazienti, con un regime dietetico rigido per tre giorni seguito da un periodo di mantenimento. La dieta Miami si basa su una notevole riduzione dei carboidrati, per questo è da seguire per non più del tempo indicato. Non vanno assunti meno carboidrati di quelli segnati, nè sostituiti con altri alimenti. Seguite scrupolosamente il menù e dopo vedremo come proseguire il mantenimento della dieta Miami. Vedrete che eliminerete immediatamente il gonfiore e in breve tempo butterete giù quei chiletti fastidiosi per la prova costume.

    PRIMO GIORNO

    Colazione: una tazzina di caffè, mezzo pompelmo, una fetta di pane tostato con 2 cucchiai di burro di arachidi o margarina.

    Pranzo: 100 g di tonno al naturale, una fetta di pane tostato, un caffè.

    Cena: 100 g di carne bianca alla griglia, 240 g di fagiolini lessi, 120 g di barbabietole rosse, una mela, 100 g di gelato alla vaniglia.

    SECONDO GIORNO

    Colazione: 1 uovo sodo, mezza banana, una fetta di pane tostato, un caffè.

    Pranzo: 210 g di fiocchi di latte, 5 cracker integrali.

    Cena: 2 wurstel, 240 g di broccoli lessi, 120 g di carote lesse, mezza banana, 100 g di gelato alla vaniglia.

    TERZO GIORNO

    Colazione: 5 cracker, 30 g di gruviera, una mela, un caffè.

    Pranzo: 1 uovo sodo, una fetta di pane tostato.

    Cena: 120 g di tonno al naturale, 240 g di barbabietole rosse, 120 g di cavolfiori lessi, mezzo melone o 2 kiwi, 100 g di gelato alla vaniglia.

    Bevete almeno due litri di acqua al giorno, non utilizzate zucchero ma dolcificante non calorico. Vietati olio, burro e ogni altro tipo di grassi animali o vegetali, ad eccezione del burro di arachidi o della margarina da spalmare sul pane al mattino.