Diete nella storia: decenni di delusioni in mostra

da , il

    Diete nella storia: decenni di delusioni in mostra

    Quante volte avete iniziato una dieta per poi riscontrarne l’inefficacia nel vostro metabolismo? La ricerca della cura magica capace di far perdere peso è da decenni un chiodo fisso, delle donne e non solo, ma a quanto pare avanza insieme alle delusioni. Forse in pochi riusciranno a vedere questa interessante mostra ma credo ne valga comunque la pena parlarne; presso la Biblioteca del Congresso a Washington nei prossimi mesi sarà possibile ammirare una rara collezione di antichi libri di diete e stampe. A testimonianza che anche le nostre nonne cercavano di perdere peso, a volte con pratiche davvero bizzarre.

    Certo se pensiamo ad alcune delle nostre diete moderne come la dieta del limone abbiamo poco da definire bizzarre le diete di ieri, ma la mostra in programma sottolinea come la perdita di peso rimanga il sogno delle donne e una sicurezza per il mercato.

    Locandine e libri rivelano date di tutto rispetto, 1940, e dichiarano a gran voce di aver trovato il metodo imbattibile per perdere peso. Non vi ricorda nulla?

    Ancora oggi siamo ossessionati dalle diete, ma non quelle sane e normali, per capirci le tabelle nutrizionali che limitano il cibo e chiedono esercizio fisico, no, l’uomo vuole dimagrire subito magari solo con l’utilizzo di una pillola dimagrante. Una magia davvero improbabile.

    Ma l’obesità è un problema complesso che coinvolge la genetica medica, l’ambiente, la biologia e il comportamento. Pillole e farmaci per perdere peso sono pochi e dagli effetti ancora dubbi.

    Dimagrire è difficile, inoltre una volta perso peso bisogna fare attenzione all’effetto yoyo mantenersi continuando a mangiare di meno e fare esercizio. Voi cosa ne pensate: abbiamo cambiato atteggiamento verso la dieta oppure si usano solo prodotti differenti aspettando la magia finale?