Dimagrire nascondendo le verdure, parola di scienza

da , il

    Dimagrire nascondendo le verdure, parola di scienza

    Ammetto le mie perplessità, per quanto ci dicano che l’importante è mangiare frutta e verdura la dieta mediterranea, quella seria delle nonne non quella osannata dai nutrizionisti, insegna che le verdure possono essere dei veri e propri killer della linea. Non ci credete? Finocchi e besciamella vi dicono niente? O le famose melanzane alla parmigiana… certo sono verdure, fritte, con ogni bontà possibile e immaginabile, ma è verdura! Diceva mia nonna. Per questo non credo basti mangiare verdure per dimagrire, ma ritengo che le abitudini alimentari, quando si desidera dimagrire, devono seguire diverse regole, tra le tante anche il mangiare verdura. Uno studio oggi ci rivela che nascondere le verdure nei piatti aiuta a ridurre le calorie.

    Potremmo chiamarla la dieta del nascondino, la Pennsylvania State University ha scoperto come nascondere e camuffare le verdure all’interno dei piatti permetta di consumarne di più e aiuta a ridurre le calorie. Lo studio ha preso in esame circa quaranta persone, uomini e donne, che hanno consumato colazione, pranzo e cena, una volta alla settimana, per tre settimane, in università. Il cibo proposto oltre a un normale menù presentava più verdura passata e nascosta all’interno dei piatti senza limiti di quantità e senza ulteriori variazioni. I giorni del menù truccato hanno registrato un aumento di consumo di verdura riducendo le calorie di ogni partecipante.

    I ricercatori sottolineano come le verdure tolgano spazio ad alimenti più calorici togliendo comunque l’appetito. In sintesi le verdure mimetizzate hanno contribuito alla perdita di peso.

    Contribuito, e se è la nonna a preparare le verdure non cascateci, olio, burro e besciamella sono in agguato, ma che buone!