Dimagrire senza fatica? No ai carboidrati per due giorni alla settimana

da , il

    Dimagrire senza fatica? No ai carboidrati per due giorni alla settimana

    Dimagrire senza fatica? Si può fare dicendo ‘no’ ai carboidrati per due giorni alla settimana. A sostenerlo Michelle Harvie, una ricercatrice britannica dell’University Hospital di South Manchester autrice di uno studio i cui risultati sono stati poi comunicati al Breast Cancer Symposium di San Antonio in America. Pare che limitarsi a evitare i carboidrati per due giorni su sette faccia dimagrire di più che stare a contare ossessivamente le calorie giornaliere.

    Lo studio della Harvie non fa che confermare quella che è una tendenza dilagante nel limitare il consumo dei cibi contenenti carboidrati, come pasta e pane, per dimagrire di più e più velocemente. Detto questo bisogna dire che la Harvie non propone un modello dieta iperproteica come il regime Dukan e i suoi affini e che i carboidrati non vanno demonizzati, ma al contrario sono assolutamente utili per l’organismo, quello che bisogna fare è di limitarli un pochino sostituendoli per due giorni a verdura, carne magra e frutta.

    La ricerca della Harvie con la sua equipe ha messo a confronto gruppi di donne a dieta: il primo gruppo doveva limitare le calorie giornaliere a 650 per due giorni alla settimana eliminando per tutti gli altri giorni pane, pasta e cibi grassi a favore di frutta, verdura e cibi sani. Il secondo gruppo poteva mangiare liberamente ciò che voleva tranne per due giorni a settimana in cui non doveva mangiare carboidrati. Il terzo gruppo doveva seguire un’alimentazione giornaliera di circa 1500 calorie, eliminando i cibi grassi e gli alcolici.

    Il risultato dopo tre mesi? Le donne appartenenti ai primi due gruppi sono dimagrite di più dell’ultimo e in particolare il secondo, in cui le volontarie avevano solamente seguito come regola quella di evitare i carboidrati per due giorni, avevano perso 4 kg come quelle del primo, contro i 2,4 kg del terzo. La motivazione secondo la Harvie sarebbe che le prime due diete invoglierebbero di più le donne a scegliere spontaneamente alimenti più sani e meno grassi. La notizia che arriva a due settimane da Natale, capita proprio al momento giusto: l’unica cosa da fare è solamente provare!

    Foto di Robin Schroeders